sabato 11 gennaio 2020

Gli scienziati spruzzano i cieli con "particelle riflettenti" per raffreddare il pianeta Terra

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina
Nella foto un Boeing B-47 Stratojet 

Gli scienziati sostengono che sarebbe una buona idea spruzzare una raffinata miscela di materiali come anidride solforosa, allumina o carbonato di calcio nella stratosfera, per raffreddare il nostro pianeta


"Traduzione a cura di  Scie Chimiche: Informazione Corretta"

"Da: Curiosmos.com"


Gli scienziati utilizzerebbero dei sensori per misurare la riflettività delle particelle, il grado in cui si disperdono o si fondono e come interagiscono con altri composti nell'atmosfera, per vedere se il loro piano funziona.
Alcuni esperti dicono che si tratta di geoingegneria portata ad un livello completamente nuovo.
Umm, ma un attimo, cos'è esattamente la geoingegneria?
Come spiegato da Business Insider, "il termine geoingegneria si riferisce all'uso della tecnologia per modificare l'atmosfera del pianeta, e si presenta in due forme: la rimozione dell'anidride carbonica dall'atmosfera, e le tecnologie più controverse (come nello scenario precedente) che modificano i cieli per raffreddare temporaneamente il mondo".
Ma secondo gli scienziati è qualcosa che dobbiamo considerare di fare. Gli scienziati dell'Università di Harvard hanno in programma il lancio di iniezioni di aerosol nella stratosfera del nostro pianeta, a un'altitudine approssimativa di 20 chilometri, allo scopo di studiare i pro e i contro per alterare deliberatamente il clima terrestre, nel tentativo di fermare la progressione del riscaldamento globale.
"Anche se dovessimo fermare tutte le emissioni oggi, nell'atmosfera c'è abbastanza carbonio da causare cambiamenti climatici per centinaia di anni a venire."
Janos Pasztor, direttore esecutivo della Carnegie Climate Geoengineering Governance Initiative
Il progetto è definito il più grande programma di geoingegneria nella storia della Terra.
Bill Gates e altre fondazioni finanziano il progetto, che costerebbe circa 20 milioni di dollari.
Come spiegato dal MIT Technology Review, "Dopo i primi test di ingegneria, lo 'StratoCruiser' spruzzerebbe nella stratosfera una sottile nebbia di materiali come il biossido di zolfo, l'allumina o il carbonato di calcio. I sensori misurerebbero poi la riflettività delle particelle, il grado in cui si disperdono o si fondono e il modo in cui interagiscono con altri composti nell'atmosfera".

Incontra il programma di ricerca di Geoingegneria Solare di Harvard.

Al momento, tutto ciò che i ricercatori stanno facendo è in un laboratorio, conducendo esperimenti sulle sostanze chimiche per capire come queste possano comportarsi nell'atmosfera terrestre. (Come se non vedessimo da anni come hanno ridotto il nostro povero cielo!)

Usano questi dati per eseguire simulazioni al computer e prevedere come le nubi chimiche potrebbero raffreddare il pianeta.
Ma gli scienziati potrebbero presto iniziare a testare le sostanze chimiche in diretta. Hanno in programma di lanciare un pallone aerostatico nella nostra atmosfera e osservare come si comportano le nubi di particelle.

La parte migliore è che, secondo gli esperti, non ci sono rischi per gli esseri umani. 
"Questo è un esperimento di livello estremamente ridotto", ha detto Lizzie Burns, la direttrice del programma di Geoingegneria Solare di Harvard. "Dal punto di vista del rischio fisico, è zero; il rischio per quanto riguarda i danni all'ecosistema è zero". (😂)


Tuttavia, non tutti sono d'accordo.
"Ho una lista di 27 motivi per cui non dovremmo farlo", ha detto Alan Robock, professore di scienze ambientali alla Rutgers ed esperto di geoingegneria.
Gli esperti sostengono che la geoingegneria potrebbe scatenare uragani più intensi che rappresentano una minaccia per le città costiere di tutto il mondo. Inoltre, gli scienziati avvertono che la siccità potrebbe devastare la regione del Sahel in Africa, innescata dai progetti di geoingegneria.

Tuttavia, la parte peggiore è probabilmente il rischio di usare la geoingegneria come arma. La geoingegneria solare è così controversa che alcuni esperti pensano che potrebbe portare a una guerra globale.


Nessun commento:

Posta un commento