Attenzione ad alcuni gruppi di Facebook, sono foraggiati dalla mafia medica e fanno parte del Cicap. Sono atti a creare falso ideologico, molestie, minacce,e sopratutto far segnalare le pagine di informazione. All'interno vi sono medici corrotti avvocaticchi pennivendoli e stalker di professione. I gruppi in questione sono; Perle Complottare,NWO Italia,Perle Uncensored,LE SCIE CHIMICHE SONO UNA CAZZATA, Protesi di Protesi di Complotto, Analfabetismo Funzionale, dove trovarlo. Mi raccomando, segnalateli a Facebook. Se chiudono gli finisce la loro sporca pagnotta. (IMPORTANTE) Per sostenere questo blog cliccate sulle pubblicità correlate e certificate. Grazie"

Per sostenere questo blog cliccate sulle pubblicità correlate e certificate. Grazie

RICERCA PERSONALIZZATA

giovedì 15 agosto 2019

I ricercatori affermano che la chemioterapia è collegata a un rischio MAGGIORE di sviluppare malattie metastatiche

stampa la pagina


La chemioterapia ha guadagnato una buona reputazione per il disagio che provoca al tuo corpo, ma molte persone credono che sia semplicemente il prezzo che devono pagare se vogliono una possibilità di combattere per sopravvivere al cancro. Sfortunatamente, ciò che molti pazienti non capiscono è che proprio la chemioterapia che ha lo scopo di fermare il loro cancro potrebbe invece diffonderlo. Questo può essere difficile da credere, ma un recente studio di ricercatori svizzeri è solo uno dei tanti che illustrano questo fenomeno devastante.

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

La chemioterapia è un comune trattamento del cancro che comporta in genere la somministrazione di farmaci potenti progettati per combattere la malattia. Può essere usato o meno insieme alla radioterapia e / o alla chirurgia. 

Il numero di diversi farmaci chemioterapici in uso in questo momento è di centinaia, con alcuni utilizzati per rallentare la crescita del cancro e altri per impedire alle cellule di diffondersi. Tali farmaci hanno molti effetti collaterali che possono variare a seconda del farmaco in questione, ma alcuni degli effetti collaterali più comuni sono nausea, perdita di capelli, problemi di fertilità, problemi di memoria e cambiamenti nel midollo osseo.


Un team di ricercatori dell'Ecole Polytechnique Federale de Lausanne ha illustrato come la chemioterapia provoca la diffusione del cancro in particolare nei pazienti con carcinoma mammario sottoposti a terapia neoadiuvante. In questo approccio, ai pazienti viene somministrata la chemioterapia prima che il loro tumore venga rimosso tramite un intervento chirurgico nella speranza di ridurre le dimensioni del tumore in modo da poter salvare più parte del seno in chirurgia. In alcuni casi, fa scomparire del tutto il tumore, lasciando poche o eventuali cellule cancerose da rimuovere.

Tuttavia, non tutti i tumori si restringono con la chemioterapia. In alcuni casi, il tumore resisterà alla terapia neoadiuvante e ciò significa che la persona ha un rischio maggiore di malattia metastatica, che vede il tumore ricorrere in altre parti del corpo, come nei polmoni o nelle ossa.

Gli scienziati hanno scoperto che due popolari farmaci chemioterapici , la doxorubicina e il paclitaxel, fanno sì che i tumori al seno rilascino vescicole note come esosomi. Questi esosomi contengono una proteina nota come annessina-A6 - qualcosa che non si trova negli esosomi che vengono rilasciati da tumori che non sono stati trattati con farmaci chemioterapici. Dopo che il tumore li ha rilasciati, circolano nel sangue, facendosi strada verso organi come i polmoni dove facilitano la creazione di cellule cancerose nel nuovo sito.
Sebbene i ricercatori affermino che la terapia neoadiuvante può essere utile in alcuni tipi di tumori al seno invasivi, è importante essere consapevoli della possibilità che possa avere l'effetto opposto. In effetti, la loro scoperta potrebbe aiutarli a impedire che ciò accada in futuro. Hanno scoperto che quando neutralizzano l'annessina-A6 durante la chemioterapia o inibiscono i monociti che attira, i tumori mammari sperimentali non metastatizzano nei polmoni.

Numerosi studi illustrano come la chemio provoca la diffusione del cancro

Un diverso studio condotto dagli scienziati della Ohio State University ha dimostrato che la chemioterapia innesca risposte cellulari che causano la diffusione del cancro. In uno studio su pazienti affetti da carcinoma mammario, coloro che assumevano paclitaxel avevano sovraespresso i geni Atf3; questo non è accaduto a coloro che non hanno ricevuto la chemioterapia. 

Questo gene distribuisce le cellule tumorali attraverso i polmoni mentre innescano l'area per facilitare la sopravvivenza di dette cellule. In altre parole, la chemioterapia ha reso i corpi di questi pazienti più favorevoli al cancro.

Nel frattempo, la ricerca che è stata stampata su JAMA Oncology ha mostrato che i pazienti non stanno guadagnando nulla in cambio degli effetti collaterali che la chemioterapia sta causando loro, specialmente quelli con tumori allo stadio terminale. A questi pazienti viene spesso somministrata la chemioterapia perché gli viene detto che può prolungare la loro vita e ridurre i loro sintomi, ma questa ricerca ha trovato il contrario. 

In realtà, dicono che gli effetti tossici della chemioterapia sono dannosi per la qualità della vita in coloro che sono terminali e non li aiuta nemmeno a vivere più a lungo. Infatti, i pazienti terminali a cui è stata somministrata la chemioterapia non sono sopravvissuti più lungo di quelli a cui non è stato somministrato il trattamento. Sfortunatamente, i pazienti affetti da cancro allo stadio terminale hanno ancora più probabilità rispetto ad altri di ricevere la chemioterapia.

Purtroppo, le persone stanno morendo proprio per la terapia che ha lo scopo di salvarle. 
Uno studio del 2006 ha scoperto che almeno il 7,5 percento dei decessi nei pazienti con cancro erano dovuti a chemioterapia; nel 2016, più della metà dei decessi per malati di cancro sono stati accusati dell'uso della chemioterapia - e questi dati coprono solo i primi 30 giorni di trattamento!
Trattare il cancro è spaventoso nella migliore delle circostanze e prendere tutte le decisioni relative al trattamento può essere travolgente. Tuttavia, è importante che i pazienti siano consapevoli di varie opzioni dei pro e dei contro di della chemioterapia e di valutarli attentamente prima di decidere l'approccio migliore.

martedì 13 agosto 2019

La geoingegneria solare degli aerei a reazione è vista in tutto il mondo.

stampa la pagina

La domanda di base su quali composti chimici stanno formando le persistenti scie di aerosol provenienti da aerei a reazione a livello globale ha portato a un programma internazionale elaboratamente nascosto per la geoingegneria solare che sta accadendo proprio ora. 

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

Questo programma di geoingegneria mondiale per la gestione delle radiazioni solari (SRM) ha una ricca storia internazionale, si nasconde in bella vista e ha metodi molto più semplici, economici e diabolici di quanti molti sospettassero. Distribuito senza dibattito o legge approvata da alcun governo nazionale.

La geoingegneria solare sta accadendo ora su scala planetaria semplicemente non limitando elevate quantità di anidride solforosa (SO2) nello scarico degli aeromobili. Comprendi che SO2 è il principale prodotto chimico di geoingegneria solare più desiderato per l'uso in prima linea da scienziati e governi. I solfati provengono dal carburante a getto d'olio di cui è composto. Quando viene bruciato nei moderni motori a reazione, si combina con l'ossigeno per produrre anidride solforosa. Queste particelle sono perfette per formare goccioline d'acqua intorno, portando a cristalli di ghiaccio nelle giuste condizioni ad alta quota che poi riflettono la luce solare nello spazio. Tutto pianificato decenni fa per prevenire il riscaldamento globale, come affermato dagli scienziati di geoingegneria.
Lo scarico di un'auto ha al massimo 15 parti per milione di anidride solforosa (SO2), dove i moderni scarichi a getto sono stati testati tra le 600 e le 3000 parti per milione di anidride solforosa. I moderni scarichi aeronautici sono stati testati con ossidi di zolfo da 60 a 300 volte più degli scarichi diesel o benzina delle automobili, ma non esistono standard FAA sugli ossidi di zolfoCiò significa che potrebbe esserci legalmente qualsiasi quantità di zolfo nel carburante per aerei. 
Le uniche norme sulle emissioni degli aeromobili sono il piombo, gli ossidi di azoto e l'anidride carbonica. I governi e le società di tutto il mondo non eliminano lo zolfo dal petrolio greggio che costituisce il carburante per l'aviazione nel processo di raffinazione. Risparmio di 5 miliardi di dollari all'annoIn tutti gli altri carburanti per trasporto di superficie, lo zolfo viene filtrato in conformità alla legge. Questo programma di gestione delle radiazioni solari esiste in realtà dai governi che concordano di non approvare una legge che limiti i solfati nel carburante per aerei.
Questo non è un caso in quanto lo zolfo potrebbe essere facilmente rimosso dal carburante degli aerei per una media di 5 centesimi al galloneFornire l'unica spiegazione plausibile sul perché questo fenomeno sia visto in tutto il pianeta indipendentemente dai paesi o dai confini. Seguire la logica secondo cui una flotta segreta di migliaia di aeromobili appositamente modificati con equipaggi aerei complici che effettuano missioni transnazionali sarebbe logisticamente impossibile. Gli aerei che hanno assistito alla dispersione di strisce di aerosol persistenti in tutto il mondo hanno numeri commerciali e decalcomanie facilmente seguiti da app per il traffico aereo e da un binocolo. 
Questi   sono centinaia di migliaia di voli di linea giornalieri in tutto il mondo che non possono essere modificati con aerei cisterna.
Potrebbe esserci una risposta più semplice?
Infatti, nell'ambito dello scenario di geoingegneria del biossido di zolfo, i governi e le società risparmiano 5 miliardi di dollari all'anno senza ridurre lo zolfo nel carburante per l'aviazione e non devono modificare un solo aereo.
Ciò non significa contestare l'esistenza di operazioni militari e di manipolazione del tempo in programmi di geoingegneria che utilizzano piccole flotte di aeroplani modificati da molti governi e società diverse per molte ragioni diverse. Impiegando una varietà di metodi e sostanze chimiche con effetti vari.
Eppure, per quanto riguarda un programma di geoingegneria concordato a livello internazionale e implementato per la gestione delle radiazioni solari (SRM), usando migliaia di velivoli a reazione ordinaria si sono viste spruzzare enormi scie in tutto il mondo. Questo è quello grande.
Essendo la terza puntata di questa serie, si prega di fare riferimento ai precedenti articoli su questo argomento. Descrivendo in dettaglio il fatto che scienziati di Harvard e Yale hanno scritto un documento scientifico che consigliava un piano per fornire enormi quantità di anidride solforosa (SO2) nell'atmosfera alta. Utilizzando una nuova flotta di 95 aerei cisterna appositamente costruiti per l'alta quota denominati (SAIL) Stratospheric Aerosol Injection Lofters entro il 2047. Con il nome Stratospheric Aerosol Injection che utilizza SO2. Questi articoli hanno esplorato la possibilità che ciò stia attualmente accadendo con i normali aerei a reazione alle quote odierne senza essere modificati. Quel documento scientifico ha portato a una semplice domanda.

Harvard Scientific Paper Dettagli Intero programma di geoingegneria con Jet Aircraft

Il prodotto chimico di geoingegneria del "futuro" che è stato disperso da Jet Aircraft per decenni


La geoingegneria del biossido di zolfo proveniente dagli aerei a reazione sta accadendo adesso?
La geoingegneria del biossido di zolfo ha una lunga storia di cooperazione e segretezze internazionali. Gli scienziati ammettono pienamente che l'inquinamento da ossido di zolfo proveniente dagli aerei a reazione è un grosso problema, essendo la ragione principale delle "scie persistenti" e dell'oscuramento globaleOltre al fatto che ha un effetto significativo sulla quantità di luce solare che colpisce la Terra. Gli ossidi di zolfo formano anche goccioline di pioggia acida, pertanto i collettori di scarico a getto corrosivo devono essere costantemente mantenuti a causa della natura caustica del biossido di zolfo. 
L'inquinamento da SO2 derivante dal trasporto aereo non è un caso, in quanto può essere eliminato per meno di cinque centesimi al gallone, risparmiando innumerevoli ore di manodopera sugli aerei e vite umane reali. 
Certamente migliaia di persone l'anno muoiono a causa di questa dispersione chimica che ha molti effetti sulla vita di piante e animali incolpati di sostanze chimiche più esotiche, e non si può dimostrare che  queste provengano da aerei a reazione. Come malattie respiratorie come la BPCO, gonfiore dei tessuti e delle articolazioni del corpo, paralisi, morte e deforestazione. Lo zolfo riduce le temperature di accensione nei fuochi d'artificio. Cosa succede quando questa sostanza chimica cade su aree asciutte del paese soggette a incendi selvaggi in estate?
Fare riferimento alla scheda di sicurezza del materiale per biossido di zolfo (SO2).
Ciò che non è contestato è che SO2 è una sostanza chimica di geoingegneria micidiale che ti viene spruzzata in questo momento, nessuna discussione al riguardo! Tuttavia, gli scienziati si riferiscono ad essa come una forma di fuliggine o " geoingegneria accidentale ", anche se la geoingegneria del biossido di zolfo è stata il piano sin dal suo inizio. Il novanta percento di tutti gli articoli scientifici sulla geoingegneria solare riguarda dispersioni di solfati e quasi tutti i piani di geoingegneria solare ruotano attorno ad essi.
L'intera idea di bloccare la luce solare per alterare il clima è venuta dallo studio dei vulcani che rilasciano enormi quantità di anidride solforosa (SO2). 
La luce solare rimbalza nello spazio a causa della capacità delle particelle di solfati, che quando nucleati ghiacciano ad alta quota creano cristalli d'acqua riflettenti. Alterando drasticamente i sistemi meteorologici della Terra e raffreddando il pianeta. L'attuale programma di gestione delle radiazioni solari (SRM) è l'equivalente di un vulcano che esplode costantemente nella stratosfera. Sputano SO2 con centinaia di migliaia di voli tutto il giorno. Fornendo quotidianamente migliaia di tonnellate di anidride solforosa nell'atmosfera elevata.
La prima persona a proporre quest'azione artificiale di iniettare solfati nell'atmosfera elevata fu lo scienziato del clima sovietico Mikhail Budyko, che teorizzò il piano all'inizio degli anni '70 durante la guerra fredda. Il concetto è stato chiamato " Budyko's Blanket ". Ancora più interessante è la cooperazione accademica tra gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica nello sviluppo e nell'attuazione di un piano per la gestione delle radiazioni solari utilizzando l'anidride solforosa.
Budyko in realtà ha formato alcuni dei migliori scienziati di geoingegneria di oggi come Ken Caldeira. Chi andò a Leningrado per ricevere istruzioni da Budyko nel 1990, poi tornò negli Stati Uniti per lavorare presso il Lawrence Livermore Laboratory. Dove ha incontrato Lowell Wood secondo la rivista Wired. Wood è un altro grande sostenitore della geoingegneria solare che utilizza solfati, così come il suo mentore Edward Teller. 
Edward Teller e Lowell Wood hanno elaborato piani per la gestione delle radiazioni solari (SRM) utilizzando solfati dispersi in alta quota nei primi anni '90. Assomiglia molto a "Budyko's Blanket" e soprannominato il design "Teller-Wood". Per quanto riguarda il patibolo, l'umorismo fa riferimento ai piani di successo di Edward Teller per la bomba all'idrogeno, chiamata Teller-Ulam.
L'idea è semplice Disperse particelle di anidride solforosa di dimensioni micrometriche ad alta quota che si ghiacciano a bassa temperatura per formare cristalli di ghiaccio che vengono trasportati per convezione nella stratosfera. Diventando molto riflessivi e facendo rimbalzare i raggi del sole nello spazio, raffreddando così il pianeta. Questo per mitigare il riscaldamento globale, è stato teorizzato. Un approccio di spari con la pistola spera che almeno metà degli ossidi di zolfo rimangano sospesi per un lungo periodo di tempo nell'atmosfera alta. Le particelle di solfato riflettente avrebbero anche l'effetto di bloccare la luce ultravioletta UVB come supporto per lo strato di ozono.
Gli ossidi di zolfo quando nucleati con ghiaccio per formare cristalli riflettenti assorbono la luce ultravioletta UVB proprio come lo strato di ozono. Nel contempo distruggendo lo strato di ozono naturale . Perché non abbiamo sentito molto parlare dello strato di ozono dagli anni Ottanta, anche se i buchi sono ancora lì? Non è successo perché la nonna ha smesso di usare lacca per capelli e fluorocarburi sono stati tolti dai condizionatori d'aria.
Misura prima e dopo più voli da "scie persistenti" e osserva come cala drammaticamente l'UVB, così come l'output dai pannelli solari. Paul Crutzen , uno scienziato del clima e vincitore del Premio Nobel per la chimica nel 1995 per il suo lavoro sull'esaurimento dell'ozono, ha pubblicato un documento intitolato " Miglioramento di Albedo da iniezioni di zolfo stratosferiche: un contributo per risolvere un dilemma politico? ”. Dettagliare l'uso di iniezioni di aerosol di ossido di zolfo ad alta quota per bloccare le radiazioni UV. Blocco solare per la Terra.
I migliori scienziati degli Stati Uniti e dell'Unione Sovietica che hanno fabbricato armi nucleari per uccidersi a vicenda stanno suggerendo un piano di geoingegneria del pianeta usando biossido di zolfo. Fino ad oggi gli Stati Uniti, la Russia e la Cina non filtrano il contenuto di zolfo dal petrolio che costituisce il carburante per l'aviazione. Anche se gli standard di zolfo su tutti gli altri carburanti per il trasporto di superficie sono molto severi. Questo programma di gestione delle radiazioni solari esiste accettando a livello internazionale di non concordare una legge che riduca lo zolfo nel carburante per jet.

I moderni motori turbofan ad alto by-pass non dovrebbero produrre "scie persistenti", ma lo fanno. Bruciando un combustibile più pulito questi motori non produrrebbero quasi nessuna scia perché sono molto più efficienti. I moderni motori a reazione aerosolizzano il contenuto di zolfo in modo più completo creando scie di scarico molto più lunghe rispetto agli aerei precedenti. Lo zolfo nel combustibile viene bruciato e si combina con l'ossigeno per formare ossidi di zolfo di dimensioni micronPerfetto per la formazione di superfici riflettenti sulle particelle di solfato disperse. Proprio come richiesto dagli scienziati della Geoingegneria fin dalla nascita dell'idea all'inizio degli anni settanta Coincidenza?
Il combustibile a bassissimo contenuto di zolfo limita o elimina in tal modo la formazione di scia di condensazione poiché vi è un limitato sottoprodotto di zolfo nello scarico per supportare la nucleazione e la formazione di goccioline d'acqua. Brevetto US20100122519A1
Quasi come un tossicodipendente che non può fermarsi o affrontare conseguenze orribili che ha creato. Un esperimento di geoingegneria solare progettato per raffreddare il pianeta che sta effettivamente distruggendo la capacità della Terra di resistere ai raggi più mortali del sole. Portando a un'escalation fuori controllo nella quantità di solfati necessari per bloccare l'UVB quando lo strato di ozono si esaurisce. Potrebbe essere questo uno dei motivi di tale segretezza e cooperazione internazionale tra le superpotenze negli ultimi 40 anni?

Portando alla richiesta di una nuova flotta di 95 navi cisterna appositamente costruite chiamate (S.A.I.L.) Stratospheric Aerosol Injection Lofters in grado di sollevare carichi utili di biossido di zolfo molto più grandi nella stratosfera. Questo piano è ora apertamente promosso dai media come una buona cosa per normalizzare le attività di geoingegneria nei nostri cieli.



Il cambiamento climatico è stato dichiarato un problema di sicurezza nazionale con clausole di non divulgazione per i piloti sia commerciali che militari. Forse a causa della natura velenosa della geoingegneria del biossido di zolfo e delle cause che ne conseguirebbero. La malattia della cabina aerea potrebbe essere una forma acuta di ciò che le persone soffrono a terra dopo una "giornata di  pesanti spruzzi". Lo scarico del jet è già di 600-3000 parti per milione di anidride solforosa, molto al di sopra di quanto sarebbe necessario per indurre seri problemi di salute se volasse attraverso un flusso di jet. Immagina quanto cade a terra. Anche 2ppm è pericoloso e crea sintomi simili alla BPCO e 500ppm possono ucciderti .
L'esposizione a concentrazioni superiori a TLV di 2 ppm può irritare gli occhi, il naso, la gola e i seni nasali, causando soffocamento, tosse e talvolta costrizione bronchiale.
Le concentrazioni di 50-100 ppm sono considerate pericolose.
Le esposizioni di 400-500 ppm sono immediatamente pericolose per la vita. L'esposizione ad alte concentrazioni può provocare edema polmonare e paralisi.
La geoingegneria SO2 è l'unico meccanismo comprovato che potrebbe consentire l'esistenza di un programma di geoingegneria globale solare per SRM utilizzando velivoli a reazione commerciale con il noto prodotto chimico di geoingegneria. Anidride solforosa (SO2). Spiegherebbe perché queste linee nel cielo dai getti degli aerei siano viste in tutto il mondo.
Il carburante per aviazione sporco può persino spiegare la presenza di tracce di bario o stronzio nei test di scarico dei jet. Questi prodotti chimici sono segni rivelatori nei test ambientali di trivellazioni petrolifere e fracking, in particolare dalle sabbie bituminose di catrame di solfato, da cui proviene gran parte del "combustibile per bunker" per l'aviazione e la navigazione marittima. Insieme a tracce di metalli Alluminio, Bario, Cr, Fe, Mo, Na, Ca, V, Co, Cu, Ni, Pb, Mg, Mn, Si, Ti e Zr. Alcuni di questi metalli potrebbero non essere completamente eliminati nel processo di raffinazione proprio come i solfati e potrebbero anche provenire dall'erosione del motore o da altri possibili studi sugli additivi suggeriti.
Gli scienziati di geoingegneria vogliono immettere più anidride solforosa nella stratosfera usando 95 nuovi velivoli ad alta quota entro il 2047. Con un piano che assomiglia esattamente a quello che stiamo vedendo oggi sul terreno dagli aerei a reazione, usando esattamente la stessa sostanza chimica. Anidride solforosa (SO2). Queste lunghe file nel cielo provenienti da aerei a reazione potrebbero essere un beta test per vedere se il programma funzionerà su una scala più ampia. Utilizzando gli aerei commerciali e militari di oggi.
Se si fosse ridotto lo zolfo nel carburante per l'aviazione, come ogni altro carburante, ci sarebbero poche o nessuna "scia persistente" proveniente dagli aerei a reazione. Questo potrebbe spiegare perché due aerei che si muovono nella stessa direzione uno accanto all'altro producono scie di dimensioni diverse a seconda delle condizioni a quell'altitudine. Uno scende leggermente e l'altro sale leggermente, rallentando i motori a velocità diverse e utilizzando carburante più o meno carico di solfati. A seconda delle dimensioni del motore, del peso e del modello del velivolo, la quantità di ossidi di zolfo rilasciati varia notevolmente. I getti che si incrociano alla stessa altitudine consumerebbero quantità diverse di carburante a seconda dei venti di testa o di coda che producono lunghezze diverse di scia di aerosol o nessuna. 
Alcuni aerei a reazione privati ​​potrebbero utilizzare carburante a basso contenuto di solfati che produce scarse o nessuna traccia. Il controllo computerizzato del traffico aereo già esistente potrebbe facilmente instradare o reindirizzare gli aeromobili a reazione attraverso altitudini nucleati di ghiaccio e condizioni di formazione della scia a seconda delle necessità. Lasciando enormi modelli x di scie di getto un giorno e non il giorno successivo. Tutto realizzato con la tecnologia e le strutture odierne ma nascosto in bella vista.
I solfati nel carburante per l'aviazione forniscono anche il meccanismo chiave per la gestione globale delle radiazioni solari (SRM) , a lungo ricercato dai ricercatori di geoingegneria.
È tutto molto più semplice di quanto siamo stati portati a credere?
Un programma di geoingegneria solare che utilizza un approccio di spari con velivoli esistenti per trasportare tonnellate di anidride solforosa nell'atmosfera. Conoscendo circa la metà delle particelle, la convezione entrerà nella stratosfera e la metà cadrà quasi immediatamente a terra. Persino gli ossidi di zolfo che arrivano all'alta atmosfera alla fine cadranno.
L'esperimento di geoingegneria SCoPEx dell'Università di Harvard guidato da David Keith si svolgerà nell'estate del 2019 sull'Arizona. Questo esperimento utilizzerà l'anidride solforosa per bloccare il sole disperso dai palloni ad alta quota. Leggi dal sito SCoPEx.
Inoltre, se testiamo il solfato in questo esperimento, la quantità che utilizzeremmo sarebbe inferiore alla quantità rilasciata durante un minuto di volo di un tipico aereo commerciale . Aerei rilasciano solfati a causa del contenuto di zolfo residuo del carburante per aerei.
Gli scienziati del clima e la spiegazione dei "bunker chimici" spiegano la vista degli aerei che sembrano accendere e spegnere le scie che attraversano il cielo è che particelle di gas di scarico accidentalmente tossiche interagiscono con diverse sacche di umidità. Produrre l'illusione di una scia segmentata. Alcuni teorici della geoingegneria insistono sul fatto che si tratta di una flotta di migliaia di aerei adattati comandati da piloti malvagi che attivano e disattivano consapevolmente lo spray.
Nessuna delle due opzioni offre conforto nello scenario di geoingegneria del biossido di zolfo. Sarebbe meglio se qualcuno accendesse e spegnesse una valvola perché ciò significherebbe che sarebbe uscito meno veleno, almeno in parte. Gli ossidi di zolfo, che formano o meno una scia di aerosol nelle giuste condizioni, vengono ancora dispersi dai velivoli a reazione. Alla fine il ghiaccio si scioglie per riflettere la luce solare o cade a terra direttamente su di te.
Governi e corporazioni non escono denaro nemmeno di tasca propria per questo massiccio programma SRM mentre corriamo tutti alla ricerca di ugelli su grandi flotte di aerei segreti e sostanze esotiche. Mentre questa comprovata sostanza chimica di geoingegneria ci sta fissando in faccia. Abbastanza lucido. Una parte di questi risparmi di 5 miliardi di dollari all'anno è sicuramente andata a finanziare programmi di disinformazione e di controspionaggio per indirizzare erroneamente il pubblico sulla vera natura e sui meccanismi di questo programma di gestione delle radiazioni solari (SRM). 
Confondere il soggetto per chiunque nota che la geoingegneria solare si sta verificando nel cielo sopra di loro. Le persone ben intenzionate mettono in discussione scienziati e autorità con idee su ogni sorta di oltraggiose teorie della geoingegneria originariamente propagate come disinformazione. 
Quindi scienziati, de-bunker e media possono ridere di loro, citando la scienza del clima elementare. Mentre guardiamo tutti nel posto sbagliato. Questo è chiamato un "ritrovo limitato" o "illuminazione a gas" nella controspionaggio. Un numero limitato di presunti account anti-geoingegneria sui social media attacca coloro la cui ricerca differisce dalla linea promossa. Insistendo sul fatto che tutti si conformino alle idee più estreme sulla cospirazione della Geoingegneria diffusa negli ultimi vent'anni. Teorie che non possono essere dimostrate in un modo o nell'altro. 
È un dato di fatto che il biossido di zolfo (SO2) è attualmente disperso dagli aerei a reazione in grandi quantità e che SO2 è il principale prodotto chimico di geoingegneria solare per la comunità scientifica e i governi di tutto il mondo. 
Mettiamo insieme due + due. In ogni indagine la risposta più semplice dimostrabile è di solito quella giusta. Da qualche parte nel mezzo delle due narrazioni pubblicizzate, ma non per questo meno terrificanti. 

Rivelare una realtà più complicata e diabolica.